FESTIVAL | TERNI | CINEMA e RELIGIONE | blucinema | contatti | crediti |  
terni | cinema a terni | papigno | roberto benigni | umbria film commission | cinema e lavoro |

GIANNI AMELIO: "AMATE IL CINEMA"

di Eleonora Bonoli

 
“Da grande volevo fare lo studente di cinema. Diventare un cineasta sembrava impossibile, ed è stata l’utopia della mia giovinezza”. Parole del regista Gianni Amelio che, tra l'ultimo successo de Le chiavi di casa e un aereo pronto a portarlo in Cina per le riprese del suo nuovo film (che, guarda caso, si riferisce al mondo operaio e, in particolare, alla dismissione delle acciaierie di Bagnoli) ha trovato il tempo e l’entusiasmo per partecipare ad uno degli incontri organizzati nel progetto Cinema e scuola. E così ieri pomeriggio il Caffè letterario della biblioteca comunale di Terni ha ospitato uno dei grandi personaggi del cinema italiano, uno di quei personaggi che fanno capire che ha ancora senso parlare di cinema d’autore.

Introdotto dal docente di cinema delle università di Terni e di Roma Flavio De Bernardinis, Amelio ha toccato, nei suoi discorsi, argomenti collegati al mondo del cinema e all'amore per quello che accade dietro (e davanti) alla macchina da presa. “Il cinema mi ha sempre dato emozioni - sottolinea il regista -  da spettatore si tratta di un’emozione carnale, che ti prende completamente e, posso assicurare che il cinema continua a darmi emozioni anche adesso che so come è fatto il giocattolo dall'interno”.

E, da bravo regista, critico, insegnante e autore di libri (sua ultima fatica, in tal senso, è Il vizio del cinema) Gianni Amelio non può non riferirsi anche alla realtà ternana che, come ricorda De Bernardinis, sta puntando molto in prospettiva cinematografica. Il regista ha raccontato la sua esperienza, l’importanza della gavetta per non bruciare le tappe, e il suo punto di vista riguardo al rapporto tra cinema e scuola:  “Da studente desideravo che il cinema diventasse una materia scolastica e cercavo di comunicare la mia passione per certi film piuttosto che per altri. Mi ricordo quando uscì Otto e mezzo di Fellini, fu una lotta cercare di propagandarlo”.

Con questo, comunque, Amelio non si pone in contrasto con i film puramente commerciali. “Tra le arti e mezzi di espressione, il cinema è la realtà più giovane e, sicuramente, anche quella più costosa. Non bastano una penna e due quaderni. E i film commerciali, in questo senso, aiutano la macchina ad andare avanti”. Quando cambiano i ruoli, però, a volte cambiano anche i punti di vista e, accanto al Gianni Amelio studente e innamorato della pellicola, si fa spazio il Gianni Amelio cineasta: “Ora non so se il cinema presentato come materia possa divenire un qualcosa di imposto e, quindi, di meno puro e pesante. E’ un dilemma a cui non ho ancora dato risposta. Come insegnante, cerco di mostrare la regia come qualcosa che non si vede a occhio nudo e credo che il compito della scuola sia quello di mostrare dove sono le trappole e non dire quali sono i comandamenti”.

(da Il Giornale dell'Umbria del 16 marzo 2005)

  Download Stampa
cinema a terni
-- archivio
CIENMACIELO 2011
il programma
Terni e la sua storia
Cenni storici e Vademecum
NANNI MORETTI
di Arnaldo Casali
L'ULTIMA DIVA
Intervista a Silvana Pampanini
LA TERZA MADRE DI DARIO ARGENTO
di Arnaldo Casali
IL FESTIVAL DEL CINEMA
Steve Della Casa ospite di "Adesso in onda"
L'arte di vivere
Intervista a Glauco Mauri
INTERVISTA A GIORGIO TIRABASSI
di Arnaldo Casali
INTERVISTA A GIOVANNA RALLI
di Arnaldo Casali
IL RITORNO DI AMORI IN CORTO
Dopo cinque anni di assenza la nuova edizione del concorso
Sull'amore... e nient'altro
Il nuovo spettacolo di Riccardo Leonelli
Claudia Cardinale ricorda Franco Molè
L'attore ternano è scomparso il 18 dicembre
Due film su Bernardo Provenzano
La fiction Rai si chiude nel carcere di Terni
A Narni si gira il film su Rino Gaetano
Il protagonista è Claudio Santamaria
CORTOFONINO
I vincitori della prima edizione
Ciak, stage e festival: ecco la città del cinema
di Arnaldo Casali
Luca Cianchetta, un ternano alla conquista di Hollywood
A scuola con Spielberg
La notte del mio primo amore
press book
Arriva il primo film umbro
La notte del mio primo amore
Giulia e “La notte del primo amore”
di Riccardo Marcelli
INTERVISTA A CARLO LIZZANI
di Arnaldo Casali
Luca De Filippo, l'ultimo erede
di Arnaldo Casali
BRANCA L'AUTORE: Intervista a Mario Monicelli
di Arnaldo Casali
Paolo Rossi contro l'impero del male
di Arnaldo Casali
A lezione dal regista di “Amélie”
Incontro con Jean Pierre Jeunet
LA PASSIONE DI SABRINA
Intervista a Sabrina Impacciatore
INTERVISTA A MARCO MARZOCCA
"Nanni è un grande fan di Distretto di Polizia"
IN SCENA "PLAZA SUITE" DEI SETTE&19
Venerdì 19 maggio al teatro Verdi di Terni
VINCENZO PELUSO GIRA "CUORE ANIMALE"
A Ferentillo il corto dell'attore e regista
MARGHERITA BUY: "IO TRA I DETENUTI DI SABBIONE"
L'attrice racconta l'esperienza sul set nel carcere di massima sicurezza di Terni
SILVIA ALUNNI, REGINA DEI RUMBLE
di Arnaldo Casali
A MONTEFRANCO LA MOSTRA NAZIONALE DEL CORTOMETRAGGIO
GIANNI AMELIO: "AMATE IL CINEMA"
di Eleonora Bonoli
INTERVISTA A LUIS BACALOV
di Arnaldo Casali
INTERVISTA A VALERIO MASTRANDREA
di Arnaldo Casali
CIAK SI GIRA
Le produzioni cinematografiche nel territorio ternano
ACCIAIO di Pirandello
di Pompeo De Angelis
INTERVISTA A CARLO FUSCAGNI
di Arnaldo Casali
INTERVISTA A CARLO RAMBALDI
E.T. il successo, Pinocchio la delusione

 
© FilmFestivalPopoliEReligioni | FESTIVAL | TERNI | CINEMA e RELIGIONE | blucinema | contatti | crediti