FESTIVAL | TERNI | CINEMA e RELIGIONE | blucinema | contatti | crediti |  
terni | cinema a terni | papigno | roberto benigni | umbria film commission | cinema e lavoro |

Luca Cianchetta, un ternano alla conquista di Hollywood

A scuola con Spielberg


E c’è chi il cinema va a studiarlo in quella che resta pur sempre la più grande fabbrica dei sogni: Hollywood. È un giovane di 28 anni, Luca Cianchetta, laureato 2 anni fa al Dams di Roma, che proprio in questi giorni si è trasferito a Los Angeles, perché è stato ammesso a un master in produzione alla scuola di cinema della University of Southern California.
«Dietro Hollywood c'è una delle più forti e vitali industrie degli Stati Uniti - racconta Luca - Per quanto mi riguarda, più che il mito di Hollywood in sé, mi affascina la possibilità di poter lavorare e crescere professionalmente in un contesto così avanzato, di confrontarmi con un sistema difficile e selettivo, in cui, però, se si sopravvive e si ha successo, questo accade per proprie capacità e non per conoscenze o spinte».
Dopo due anni, nei quali Luca Cianchetta ha lavorare prima sul set dell'ultimo film di Gianni Amelio, con Sergio Castellitto, ”La stella che non c'è”, poi per la società Sunflower, del produttore Valerio Morabito, ha pensato che «la prima parte del mio proposito fosse stata raggiunta, anche perché la Sunflower, con la sua impostazione molto americana, mi aveva permesso di toccare con mano la figura particolare del producer: se nell'accezione comune il produttore cinematografico "è colui che mette i soldi", il producer è colui che è responsabile non solo degli aspetti finanziari di una produzione, ma anche di quelli artistici, anzi spesso un film nasce da una sua idea o da una sua sceneggiatura. Mi sono, però, anche reso conto che quanto avevo fatto fino ad allora non bastava per lavorare nel cinema americano. Così ho pensato alla strada della formazione all’interno di quel sistema».
Negli Stati Uniti, le scuole di cinema più prestigiose sono quattro, due a Los Angeles e due a New York e sono scuole di specializzazione da frequentare dopo la laurea di base triennale.
Luca assicura che non è stato facile superare lo scoglio della selezione. «Queste scuole garantiscono l'assoluta qualità e l’inserimento in una rete di contatti nel mondo lavorativa di primo livello, ma sono estremamente costose e selettive nell'ammissione. Preparare la domanda e il materiale di ammissione non è stato facile: ho dovuto superare esami, colloqui e test di lingua e soprattutto ho dovuto presentare il progetto di un film da realizzare, fatto questo che sottolinea l'importanza della creatività per un producer».
Però adesso Luca avrà possibilità davvero di toccare con le sue mani la realtà del cinema americano e, visto come sono congegnate quelle scuole, anche di poter lavorare a fianco a fianco di professori come Steven Spielberg, o Gorge Lucas o Ron Award. E probabilmente presto anche di veder scorrere il suo nome sul grande schermo.

(da Il Messaggero)

  Download Stampa
cinema a terni
-- archivio
CIENMACIELO 2011
il programma
Terni e la sua storia
Cenni storici e Vademecum
NANNI MORETTI
di Arnaldo Casali
L'ULTIMA DIVA
Intervista a Silvana Pampanini
LA TERZA MADRE DI DARIO ARGENTO
di Arnaldo Casali
IL FESTIVAL DEL CINEMA
Steve Della Casa ospite di "Adesso in onda"
L'arte di vivere
Intervista a Glauco Mauri
INTERVISTA A GIORGIO TIRABASSI
di Arnaldo Casali
INTERVISTA A GIOVANNA RALLI
di Arnaldo Casali
IL RITORNO DI AMORI IN CORTO
Dopo cinque anni di assenza la nuova edizione del concorso
Sull'amore... e nient'altro
Il nuovo spettacolo di Riccardo Leonelli
Claudia Cardinale ricorda Franco Molè
L'attore ternano è scomparso il 18 dicembre
Due film su Bernardo Provenzano
La fiction Rai si chiude nel carcere di Terni
A Narni si gira il film su Rino Gaetano
Il protagonista è Claudio Santamaria
CORTOFONINO
I vincitori della prima edizione
Ciak, stage e festival: ecco la città del cinema
di Arnaldo Casali
Luca Cianchetta, un ternano alla conquista di Hollywood
A scuola con Spielberg
La notte del mio primo amore
press book
Arriva il primo film umbro
La notte del mio primo amore
Giulia e “La notte del primo amore”
di Riccardo Marcelli
INTERVISTA A CARLO LIZZANI
di Arnaldo Casali
Luca De Filippo, l'ultimo erede
di Arnaldo Casali
BRANCA L'AUTORE: Intervista a Mario Monicelli
di Arnaldo Casali
Paolo Rossi contro l'impero del male
di Arnaldo Casali
A lezione dal regista di “Amélie”
Incontro con Jean Pierre Jeunet
LA PASSIONE DI SABRINA
Intervista a Sabrina Impacciatore
INTERVISTA A MARCO MARZOCCA
"Nanni è un grande fan di Distretto di Polizia"
IN SCENA "PLAZA SUITE" DEI SETTE&19
Venerdì 19 maggio al teatro Verdi di Terni
VINCENZO PELUSO GIRA "CUORE ANIMALE"
A Ferentillo il corto dell'attore e regista
MARGHERITA BUY: "IO TRA I DETENUTI DI SABBIONE"
L'attrice racconta l'esperienza sul set nel carcere di massima sicurezza di Terni
SILVIA ALUNNI, REGINA DEI RUMBLE
di Arnaldo Casali
A MONTEFRANCO LA MOSTRA NAZIONALE DEL CORTOMETRAGGIO
GIANNI AMELIO: "AMATE IL CINEMA"
di Eleonora Bonoli
INTERVISTA A LUIS BACALOV
di Arnaldo Casali
INTERVISTA A VALERIO MASTRANDREA
di Arnaldo Casali
CIAK SI GIRA
Le produzioni cinematografiche nel territorio ternano
ACCIAIO di Pirandello
di Pompeo De Angelis
INTERVISTA A CARLO FUSCAGNI
di Arnaldo Casali
INTERVISTA A CARLO RAMBALDI
E.T. il successo, Pinocchio la delusione

 
© FilmFestivalPopoliEReligioni | FESTIVAL | TERNI | CINEMA e RELIGIONE | blucinema | contatti | crediti