FESTIVAL | TERNI | CINEMA e RELIGIONE | blucinema | contatti | crediti |  
terni | cinema a terni | papigno | roberto benigni | umbria film commission | cinema e lavoro |

INTERVISTA A STEFANO CHIANTINI

Autore di "Forse sì, forse no"

 
Nato ad Avezzano nel 1974,  Stefano Chiantini è si è trasferito a Roma per studiare Lettere; qui ha seguito un corso di montaggio e regia della Regione che gli ha permesso poi  di lavorare come aiuto regista, in opere come Incantesimo napoletano e Passaggio al sud e di girare tre cortometraggi in pellicola che hanno rappresentato la premessa per il suo primo lungometraggio, prodotto dal ternano Gianni Frezza. “In effetti anche Forse sì, forse no nasce come corto - spiega Chiantini - poi un produttore lo ha visto e ha deciso di farne un film. Così ho riscritto la sceneggiatura e smontato e rimontato il corto aggiungendo nuove scene”.

Da cosa nasce l’idea di Forse sì forse no?

“E’ una storia molto auotobiografica: quella di tre giovani che vivono insieme, ingannando il tempo con giochi futili nell’attesa che qualcosa  succeda”.

Cosa aspettano?

“C’è chi aspetta di laurearsi, chi aspetta di trovare lavoro, un altro di coronare il sogno di diventare attore. Un’attesa vissuta, però, nella totale inerzia.  La cosa singolare, tra l’altro, è che la storia di uno dei personaggi si è avverata: Nicola Siri, che nel film diventa una star di telenovele, ora lavora davvero in Brasile”.

Pensi che quest’inerzia appartenga a questa generazione o sia dovuta alla mancanza di opportunità di lavoro per i giovani?

“Entrambe le cose. E’ vero che si cerca di ritardare il passaggio all’età adulta. Ma è vero anche che viviamo in una società che non offre opportunità. A cosa serve l’università, ad esempio, a parte la cultura personale? Per anni studi, spendi tempo e soldi, e poi ti ritrovi con in mano niente”.

Come regista quali sono i tuoi modelli?

“Il mio film è stato paragonato a Ecce bombo, e in effetti mi piace molto il cinema di Nanni Moretti, così come Bergman e Woody Allen. In generale, però, devo dire che risento molto più di modelli teatrali. Il mio è un cinema che fa riferimento alla letteratura, molto parlato; mi ispiro ad autori come Beckett. E le mie inquadrature sono molto statiche, non mi piace il montaggio veloce che va di moda oggi”.

Arnaldo Casali

  Download Stampa
cinema e lavoro
-- archivio
IL VESCOVO DI TERNI
SALVATORES IN FUGA DA HOLLYWOOD
di Arnaldo Casali
LA PARABOLA DI TARICONE
di Arnaldo Casali
Intervista a Giorgio Pasotti
di Arnaldo Casali
Prima ternana per "Promessa d'amore"
Intervista a Chiara Conti
L'OSPIZIO DI HOLLYWOOD
Intervista a Michael Schroeder
Il festival del cinema
"Adesso in onda" con Steve Della Casa
"Non mi piace fare l'attore"
Intervista a Massimo Ciavarro
"Cover Boy": il capolavoro che non riesce a uscire nelle sale
Intervista al regista Carmine Amoroso
Gran finale per Cinema è/& lavoro 2006
Maratona cinematografica e anteprima nazionale di "Promessa d'amore"
Eleonora Giorgi: “Quando ho lasciato tutto e ho fatto la contadina per ritrovare me stessa”
Intervista di Arnaldo Casali
L'UOMO SULLA SEDIA
Il capolavoro di Michael Schroeder
STEFANIA SANDRELLI DIVENTA REGISTA
Intervista di Arnaldo Casali
IL MISTERIOSO VIAGGIO DI FEDERICO FELLINI
Il progetto incompiuto di "Mastorna"
"Provenzano, la mia nuova sfida"
Intervista a Michele Placido
CARLO RICCARDI, IL L'OBIETTIVO DELLA "DOLCE VITA"
All'ex Siri in mostra le fotografie dell'artista-reporter
INTERVISTA AD ANDREA RIVERA
da RadioAdesso
Quinta edizione per Cinema è/& lavoro
Tra gli ospiti Moncielli, Harou, Smutniek, Taricone, Placido e Pasotti
La sicurezza arriva al Festival
Un concorso per corti a "Cinema è/& lavoro"
Riprendiamoci il disturbo di vivere!
Intervista ad Alessandro D'Alatri
Quando Benigni mi ha morso un piede
Intervista a Giuliano Montaldo
INTERVISTA A SILVIO MUCCINO
di Arnaldo Casali
DOVE HO GIA' VISTO QUESTA FACCIA?
Intervista a Pierfrancesco Favino
IL MESTIERE DELL'ATTRICE
Steve Della Casa intervista Anita Caprioli
"NON PARLATE MALE DELLA FICTION"
Intervista a Massimo Ghini
TANOVIC SULLE ORME DI KIESLOWSKI
Intervista al premio Oscar per "No Man's Land"
INTERVISTA A GASTONE MOSCHIN
di Arnaldo Casali
INTERVISTA A FABIO VOLO
di Arnaldo Casali
IL VANGELO SECONDO PRECARIO
Intervista a Stefano Obino
SOTTO IL SOLE NERO DI SAN SALVARIO
Incontro con il regista Enrico Verra
"VI RACCONTO CHI ERA ALDO FABRIZI"
Incontro con la nipote Cielo Pessione
L'ANNO DI RODOLFO
Intervista a Daniel Ruffino e Federico Testardo Tonozzi
INTERVISTA A STEFANO CHIANTINI
Autore di "Forse sì, forse no"
INTERVISTA A BERTRAND TAVERNIER
Premio Cinema &/è lavoro 2005
INTERVISTA A FRANCESCO MUNZI
Regista di "Saimir". "Fare un film è difficile, farlo vedere difficilissimo"
30 ANNI DI FANTOZZI - INTERVISTA A PAOLO VILLAGGIO
di Arnaldo Casali

 
© FilmFestivalPopoliEReligioni | FESTIVAL | TERNI | CINEMA e RELIGIONE | blucinema | contatti | crediti