FESTIVAL | TERNI | CINEMA e RELIGIONE | blucinema | contatti | crediti |  
terni | cinema a terni | papigno | roberto benigni | umbria film commission | cinema e lavoro |

Quinta edizione per Cinema è/& lavoro

Tra gli ospiti Moncielli, Harou, Smutniek, Taricone, Placido e Pasotti

 
Mario Monicelli, Michele Placido, Pietro Taricone, Eleonora Giorgi, Giorgio Pasotti, Chiara Caselli. Sono loro le stelle di “Cinema è/& lavoro”, il festival cinematografico organizzato da Comune e associazione Capolavoro e diretto da Steve della Casa, la cui quinta edizione - in programma a Terni dal 17 al 22 aprile - è stata presentata ieri mattina in Comune dagli assessori Sonia Berrettini e Giocondo Talamonti insieme al direttore artistico, celebre critico cinematografico, che è anche presidente della Film commission del Piemonte  e animatore del Torino Film Festival. Un edizione, quella del quinquennale, decisamente ricca, su tutti i fronti: dalle location (al cinema Fedora si aggiunge l’ex Siri) alle sezioni (tra le novità “Lettera ad un film mai fatto”) fino agli ospiti: oltre a quelli citati, si spazierà da attori-produttori come Massimo Ciavarro a critici come Tullio Kezich e Mario Sesti, registi del calibro di Davide Ferrario e Mahmat-Saleh Horun (vera leggenda del cinema africano, cui andrà il premio alla carriera)  fino alla modella polacca Kasia Smutniak, celebre per gli spot della Tim, e il ministro del lavoro Cesare Damiano. Non mancherà davvero niente nei sei giorni di kermesse, anche incursioni in altre forme d’arte, come gli aperitivi letterari al caffè bookshop dell’ex Siri e la mostra fotografica “Vita da set” di Carlo Riccardi (che resterà aperta fino al 18 maggio) fino allo sport: a chiudere il festival sarà infatti l’inedita manifestazione sportiva “Ciak si corre”, una maratonina di beneficienza che attraverserà i luoghi “cinematografici” della città: Palazzo Spada (dove è stato girato La sconosciuta di Tornatore), Piazza Tacito (La ragazza di Bube), il Centro Multimediale (La vita è bella) e Papigno (Pinocchio) passando per viale Brin (Acciaio).
Importante poi la presenza di ben  due concorsi per giovani registi: uno è dedicato al tema della sicurezza sul lavoro “Lavoriamo sicuri”, mentre con il secondo - “My Job” - Cinema è/& lavoro si affaccia sul mondo di internet e delle sue enormi potenzialità. Riservato a cortometraggi con durata inferiore ai cinque minuti e realizzati con ogni mezzo tecnologico (telefonini compresi), il concorso si svolge interamente online con i film pubblicati sul sito
www.cinemaelavoro.com e votati dagli utenti stessi del sito, che decreteranno così il vincitore, cui andrà un premio di 1500 euro. “Da febbraio, quando il concorso si è aperto - spiega Alessandro Pambianco dell’associazione Capolavoro - abbiamo ricevuto una ventina di film da tutto il mondo, mentre nel sito contiamo 600 registrati e 6000 contatti al giorno”. Filo conduttore di tutto il festival, vista anche la drammatica attualità, sarà il tema della sicurezza sul lavoro: dal concorso alle proiezioni fino alla maratonina, il cui ricavato andrà al costitutendo fondo per le famiglie dei morti sul alvoro. “Il messaggio che vogliamo far passare - commenta Talamonti - è quello che il lavoro lavoro è fonte di vita e non di morte”.
 
IL PROGRAMMA
 
“Un festival capace di coniugare la riflessione sul rapporto tra cinema e lavoro, con l’atmosfera tipica di festa in cui ci si diverte e si imparano delle cose”. Così definisce Cinema &/è lavoro Steve Della Casa, al suo secondo anno come direttore artistico del festival cinematografico umbro, che si aprirà martedì 17 aprile alle 18 nella sala “carroponte” dell’Ex Siri, dove sarà inaugurata la mostra “Vita da set” di Carlo Riccardi alla presenza del sottosegretario del Ministero per i beni culturali Elena Montecchi. Tre saranno le linee direttrici che animeranno i sei giorni di eventi cinematografici ternani: il tema delle morti bianche, quello dell’Africa (continente a cui sarà dedicato un ampio focus) e quello della generazione dei trentenni. Impossibile elencare anche soltanto gli appuntamenti principali di una kermesse che si affaccerà quest’anno anche su altri territori artistici come quello dell’arte murale (durante uno degli eventi verrà realizzato un graffito) e il fumetto (con la presentazione della graphic novel dedicata alla tragedia di Marcinelle). Costato 150mila euro, più o meno equamente ripartiti tra i tre enti locali promotori (Comune, Provincia e Regione), il festival prevede anche una performance teatrale di Pietro Taricone, Kasia Smutniak e Fabio Troiano (dedicata al film ad un film mai realizzato di Davide Ferrario) un evento dedicato al Viaggio di Mastorna, il misterioso film di Fellini mai realizzato e uno su Unidad Popolar, il film commissionato a Giuliano Montaldo da Salvador Allende in cui il presidente cileno aveva profetizzato il suo stesso omicidio e che non fu mai realizzato proprio a causa del colpo di stato di Pinochet.
Tra in film in cartellone e presentati per la prima volta in Italia,  il polacco The collector di Feliks Falk (collaboratore di Agnieszka Holland e coautore di “Solidarnosc Solidarnosc” con Juliusz Machulski, Andrezej Wajda e Krzysztof Zanussi)  e Ca rend hereux di Jaochim Lafosse, l’autore di “Nuda proprietà”. Da non perdere la consegna del premio alla carriera a Mahamat-Saleh Haroun da parte di Michele Placido. Haroun presenterà in anteprima il suo nuovo film, Daratt, premiato all’ultima edizione del festival del cinema di Venezia e sarà al centro di un focus sull’Africa realizzato in collaborazione con l’Amref. L’ingresso a tutte le proiezioni e gli eventi è libero.

(da Il Giornale dell'Umbria del 6 aprile 2007)

  Download Stampa
cinema e lavoro
-- archivio
IL VESCOVO DI TERNI
SALVATORES IN FUGA DA HOLLYWOOD
di Arnaldo Casali
LA PARABOLA DI TARICONE
di Arnaldo Casali
Intervista a Giorgio Pasotti
di Arnaldo Casali
Prima ternana per "Promessa d'amore"
Intervista a Chiara Conti
L'OSPIZIO DI HOLLYWOOD
Intervista a Michael Schroeder
Il festival del cinema
"Adesso in onda" con Steve Della Casa
"Non mi piace fare l'attore"
Intervista a Massimo Ciavarro
"Cover Boy": il capolavoro che non riesce a uscire nelle sale
Intervista al regista Carmine Amoroso
Gran finale per Cinema è/& lavoro 2006
Maratona cinematografica e anteprima nazionale di "Promessa d'amore"
Eleonora Giorgi: “Quando ho lasciato tutto e ho fatto la contadina per ritrovare me stessa”
Intervista di Arnaldo Casali
L'UOMO SULLA SEDIA
Il capolavoro di Michael Schroeder
STEFANIA SANDRELLI DIVENTA REGISTA
Intervista di Arnaldo Casali
IL MISTERIOSO VIAGGIO DI FEDERICO FELLINI
Il progetto incompiuto di "Mastorna"
"Provenzano, la mia nuova sfida"
Intervista a Michele Placido
CARLO RICCARDI, IL L'OBIETTIVO DELLA "DOLCE VITA"
All'ex Siri in mostra le fotografie dell'artista-reporter
INTERVISTA AD ANDREA RIVERA
da RadioAdesso
Quinta edizione per Cinema è/& lavoro
Tra gli ospiti Moncielli, Harou, Smutniek, Taricone, Placido e Pasotti
La sicurezza arriva al Festival
Un concorso per corti a "Cinema è/& lavoro"
Riprendiamoci il disturbo di vivere!
Intervista ad Alessandro D'Alatri
Quando Benigni mi ha morso un piede
Intervista a Giuliano Montaldo
INTERVISTA A SILVIO MUCCINO
di Arnaldo Casali
DOVE HO GIA' VISTO QUESTA FACCIA?
Intervista a Pierfrancesco Favino
IL MESTIERE DELL'ATTRICE
Steve Della Casa intervista Anita Caprioli
"NON PARLATE MALE DELLA FICTION"
Intervista a Massimo Ghini
TANOVIC SULLE ORME DI KIESLOWSKI
Intervista al premio Oscar per "No Man's Land"
INTERVISTA A GASTONE MOSCHIN
di Arnaldo Casali
INTERVISTA A FABIO VOLO
di Arnaldo Casali
IL VANGELO SECONDO PRECARIO
Intervista a Stefano Obino
SOTTO IL SOLE NERO DI SAN SALVARIO
Incontro con il regista Enrico Verra
"VI RACCONTO CHI ERA ALDO FABRIZI"
Incontro con la nipote Cielo Pessione
L'ANNO DI RODOLFO
Intervista a Daniel Ruffino e Federico Testardo Tonozzi
INTERVISTA A STEFANO CHIANTINI
Autore di "Forse sì, forse no"
INTERVISTA A BERTRAND TAVERNIER
Premio Cinema &/è lavoro 2005
INTERVISTA A FRANCESCO MUNZI
Regista di "Saimir". "Fare un film è difficile, farlo vedere difficilissimo"
30 ANNI DI FANTOZZI - INTERVISTA A PAOLO VILLAGGIO
di Arnaldo Casali

 
© FilmFestivalPopoliEReligioni | FESTIVAL | TERNI | CINEMA e RELIGIONE | blucinema | contatti | crediti