FESTIVAL | TERNI | CINEMA e RELIGIONE | blucinema | contatti | crediti |  
terni | cinema a terni | papigno | roberto benigni | umbria film commission | cinema e lavoro |

L'UOMO SULLA SEDIA

Il capolavoro di Michael Schroeder

 

Una serata sfortunata e al tempo stesso trionfale, quella di Michael Schroeder. Il giovane regista americano ha presentato mercoledì - per seconda volta in assoluto - il suo Man in the chair, visto fino ad ora solo al festival di Berlino, e che uscirà negli Stati Uniti il prossimo autunno.
Sfortunata perché un black out ha interrotto per ben due volte la proiezione del film. Trionfale perché i (tanti) spettatori rimasti, hanno regalato al regista statunitense il più lungo applauso che si era mai visto al Cinema è/& lavoro e commenti lusinghieri e commossi. Il pensiero - di fronte a una storia di rara intensità che vede protagonisti un diciottenne e un ultraottantenne - va subito a Chaplin per la capacità di regalare lacrime e risate, ma anche per la poesia e la verità con cui Schroeder racconta il rapporto di amicizia tra un aspirante regista diciottenne, alle prese con un film da realizzare per conto della scuola, e un anziano elettricista che lavorato in film leggendari come Quarto potere di Orson Welles, e che oggi vive dimenticato da tutti in un ospizio. Divisi da carattere, generazione, cultura, estrazione sociale, i due sono fortemente uniti dalla passione per il cinema, e dal sogno di diventare “L’uomo sulla sedia”, ovvero il regista. Un sogno sfiorato - ma sempre mancato - dall’anziano elettricista; un sogno inseguito dall’adolescente innamorato dei film di Spielberg, De Niro, Scorsese e De Sica, che non riesce a credere che quei vecchietti abbandonati di cui comincia a circondarsi hanno fatto la storia del cinema lavorando a opere come Via col vento o Vacanze romane. Un monito - il film di Schoeder - per una società, quella americana (e, purtroppo, non solo americana) che consuma in fretta, dimentica, e butta via tutto, persone comprese. Ma anche un film che parla il linguaggio delle nuove generazioni, anche nella regia, particolarmente movimentata. Una pellicola film assolutamente da non perdere e che chi ha mancato mercoledì potrà recuperare oggi: vista la grande richiesta, infatti, il film sarà proiettato nuovamente questo pomeriggio alle 18.30 al cinema Fedora. L’ingresso è gratuito.

(dal Giornale dell'Umbria del 20 aprile 2007)

  Download Stampa
cinema e lavoro
-- archivio
IL VESCOVO DI TERNI
SALVATORES IN FUGA DA HOLLYWOOD
di Arnaldo Casali
LA PARABOLA DI TARICONE
di Arnaldo Casali
Intervista a Giorgio Pasotti
di Arnaldo Casali
Prima ternana per "Promessa d'amore"
Intervista a Chiara Conti
L'OSPIZIO DI HOLLYWOOD
Intervista a Michael Schroeder
Il festival del cinema
"Adesso in onda" con Steve Della Casa
"Non mi piace fare l'attore"
Intervista a Massimo Ciavarro
"Cover Boy": il capolavoro che non riesce a uscire nelle sale
Intervista al regista Carmine Amoroso
Gran finale per Cinema è/& lavoro 2006
Maratona cinematografica e anteprima nazionale di "Promessa d'amore"
Eleonora Giorgi: “Quando ho lasciato tutto e ho fatto la contadina per ritrovare me stessa”
Intervista di Arnaldo Casali
L'UOMO SULLA SEDIA
Il capolavoro di Michael Schroeder
STEFANIA SANDRELLI DIVENTA REGISTA
Intervista di Arnaldo Casali
IL MISTERIOSO VIAGGIO DI FEDERICO FELLINI
Il progetto incompiuto di "Mastorna"
"Provenzano, la mia nuova sfida"
Intervista a Michele Placido
CARLO RICCARDI, IL L'OBIETTIVO DELLA "DOLCE VITA"
All'ex Siri in mostra le fotografie dell'artista-reporter
INTERVISTA AD ANDREA RIVERA
da RadioAdesso
Quinta edizione per Cinema è/& lavoro
Tra gli ospiti Moncielli, Harou, Smutniek, Taricone, Placido e Pasotti
La sicurezza arriva al Festival
Un concorso per corti a "Cinema è/& lavoro"
Riprendiamoci il disturbo di vivere!
Intervista ad Alessandro D'Alatri
Quando Benigni mi ha morso un piede
Intervista a Giuliano Montaldo
INTERVISTA A SILVIO MUCCINO
di Arnaldo Casali
DOVE HO GIA' VISTO QUESTA FACCIA?
Intervista a Pierfrancesco Favino
IL MESTIERE DELL'ATTRICE
Steve Della Casa intervista Anita Caprioli
"NON PARLATE MALE DELLA FICTION"
Intervista a Massimo Ghini
TANOVIC SULLE ORME DI KIESLOWSKI
Intervista al premio Oscar per "No Man's Land"
INTERVISTA A GASTONE MOSCHIN
di Arnaldo Casali
INTERVISTA A FABIO VOLO
di Arnaldo Casali
IL VANGELO SECONDO PRECARIO
Intervista a Stefano Obino
SOTTO IL SOLE NERO DI SAN SALVARIO
Incontro con il regista Enrico Verra
"VI RACCONTO CHI ERA ALDO FABRIZI"
Incontro con la nipote Cielo Pessione
L'ANNO DI RODOLFO
Intervista a Daniel Ruffino e Federico Testardo Tonozzi
INTERVISTA A STEFANO CHIANTINI
Autore di "Forse sì, forse no"
INTERVISTA A BERTRAND TAVERNIER
Premio Cinema &/è lavoro 2005
INTERVISTA A FRANCESCO MUNZI
Regista di "Saimir". "Fare un film è difficile, farlo vedere difficilissimo"
30 ANNI DI FANTOZZI - INTERVISTA A PAOLO VILLAGGIO
di Arnaldo Casali

 
© FilmFestivalPopoliEReligioni | FESTIVAL | TERNI | CINEMA e RELIGIONE | blucinema | contatti | crediti